Monthly Archives

aprile 2016

gluten free pesce piatti unici ricette

Vellutata di cipollotti piselli e patate con gamberi dalla Croazia

28 aprile 2016
IMG_1988

Ritornata da Berlino riprendo gli impegni lasciati in sospeso, tra cui celebrare il mio primo incontro tra bloggers con Miss Claire,  Miss Mess e Una casa in campagna avvenuto al ristorante Antico Panada qui a Trieste.

Il tempo che era stato terso e primaverile fino al giorno prima è disperatamente peggiorato e quello che era partito come l’incontro nella location tra le più suggestive ed emblematiche di Trieste: il canale Rossini con ad un lato la Chiesa di San Antonio e dall’altro il mare, ci ha viste ripiegare all’interno del ristorante moderatamente affollato per la pausa pranzo.

 

FullSizeRender-1

(questa foto di noi quattro è di Andrea Zangrando)

 

L’Antico Panada è molto frequentato e apprezzato dalle persone che lavorano nei paraggi ed offre un’ottima proposta per il pranzo veloce, data da un piatto a scelta ed una bevanda al costo di 12 euro. Dunque noi ragazze siamo salite nel suggestivo e raccolto ballatoio al piano di sopra e dopo le presentazioni (sì, per me era quasi un blind-date) è partito il chiacchiericcio e lo scatto selvaggio di foto ai piatti con relativo commento.

Eccomi dunque a riproporre la mia versione di uno dei piatti assaggiati con le amiche bloggers al ristorante Antico Panada: vellutata di ortica e patate con bocconcini di salmone. 

 

IMG_9978-1024x768

 

Io, sempre approfittando dei prodotti di stagione e degli alimenti permessi dalla mia dieta, ribatto con una vellutata di piselli  e cipolline fresche, patate novelle e gamberi a vapore, spolverizzati da gomasio e riso venere.

 

IMG_1987

 

Ecco come ho fatto:

( per 2 persone)

600 gr. piselli freschi da sgranare

2 cipollotti freschi ( piuttosto piccoli)

2 piccole patate novelle

180 gr di gamberetti gia sgusciati

sale, olio evo, gomasio

Sgranate i piselli e metteteli in un colino con i cipollotti privati della cima della parte verde e le patatine, risciacquate bene soprattutto le patate che utilizzerete con la buccia.

Versare tutto in un pentolino dopo aver tagliato le patate e i cipollotti in più parti, e coprire con 1 bicchiere e mezzo di acqua o brodo vegetale. Lasciar cuocere per circa 30′.

Appena tutto è cotto, frullate con un frullatore ad immersione e sistemate la vellutata in una ciotola, adagiate nel centro i gamberi a vapore e circa 30 gr di riso venere, poi spolverizzate con il gomasio, un condimento di origine asiatica a base di sesamo tostato, sale marino e alghe che aiutano accellerando il metabolismo.

Ovviamente questa è la mia versione super light, cucinata senza olio né sale e pensata per riproporre le consistenze del piatto assaggiato all’Antico Panada, voi aggiungete pure dei dadini di speck o prosciutto tostato sui gamberertti oppure dei crostini di pane al posto del riso.

Io ho appena finito di mangiarla, densa e fumante al punto giusto: ora provatela voi!

 

 

 

gluten free piatto unico ricette vegetariano

Escalivada

12 aprile 2016
IMG_1277

E sì, oggi è proprio Primavera qui a Trieste, il cielo è di un blu oltremare e la luce dalle finestre è più quella dell’estate che quella degli ultimi giorni di nebbiolina.

             E io andrò dal dietologo

Ho esagerato col cibo negli ultimi tempi e sento il bisogno di recuperare le antiche leggerezze, ma sono golosa, viziata, mi piacciono i cibi buoni e belli. Sarà dura…

Leggi tutto

La cucina dei ricordi lievitati piatti unici piatto unico

Danubio, ovvero il panbrioche della signora Vanna

4 aprile 2016
IMG_1363

Per anni nella mia famiglia abbiamo goduto di questo panbrioche, ma visti i tempi di realizzazione non velocissimi era proposto da mia nonna soltanto nelle occasioni speciali. Ho il ricordo di queste palline soffici e gonfie, con l’interno a base di formaggio fuso e mortadella, oppure prosciutto cotto e scamorza, con un profumo inebriante e confortante che inondava la casa.

La fonte, come per molte ricette tipiche della cucina campana, era la sua amica la signora Vanna.

Lei era originaria di Caserta e insieme a suo marito “il generale”, condividevano dei viaggi in macchina con i miei nonni su e giù per l’Italia, e spesso portavano anche me. Leggi tutto