regionale ricette Saporita in viaggio

La genovese alla napoletana

25 ottobre 2016

Regione che vai, ricetta che trovi…ma vi sembrerei esageratamente irriverente se vi dicessi che la succulenta salsa di cipolle cucinate con la carne con cui i napoletani condiscono gli ziti spezzati, mi rimanda al sugo di arrosto tanto usato qui a Trieste fino al Carso per condire pasta e gnocchi?

Di fatto La genovese era tra i piatti più ordinati dal mio fidanzato durante il nostro soggiorno a Napoli, richiamo forse alle sue origini siculo-partenopee  – ma conoscendolo bene anche per la familiarità coi sapori del suo territorio di nascita il Friuli Venezia Giulia –  e sicuramente per l’innegabile bontà della salsa ottenuta dalla lunga cottura delle cipolle con la carne che diventano dorate e fondenti.

Approfittate di queste giornate uggiose, magari di una domenica in famiglia e concedetevi questo piatto unico e succulento, una squisitezza con cui condire i rigatoni o meglio gli ziti spezzati come vorrebbe la ricetta originaria, con sopra una buona grattugiata di parmigiano reggiano. La carne potete aggiungerla qua e là nel piatto della pasta o tenerla e poi mangiarla come uno spezzatino da accompagnare con un contorno di verdure. Io per ritegno non mangio mai la pasta e poi un secondo piatto, ma a voi nessuno vieta di farvi una bella scorpacciata di genovese.

Ho preparato questa ricetta con quello che avevo già in casa: un buon taglio di spezzatino e delle cipolle bianche, era una prova che ritengo di aver superato, la conferma è stata la sua espressione grata ed estasiata mentre la mangiava. 

Ve la consiglio, e qui trovate una versione ufficiale che ritengo convincente tra tutte quelle che ho letto.

Ingredienti per 4 persone:

1000 gr di cipolle gialle ( io le ho usate bianche perchè in casa avevo quelle)

800 gr di scamone di manzo

1 carota

1 costa di sedano

olio evo circa mezzo bicchiere

sale , pepe, acqua

Procedimento: 

Affettare la cipolla non troppo finemente, nel frattempo far rosolare la carne nell’olio, una volta sigillata aggiungere la carota e il sedano a pezzi e coprire con le cipolle.

A questo punto considerate che le cipolle cuocendosi rilasceranno la loro acqua e si scioglieranno formando la salsa con cui condiremo la pasta, ma che ci vorranno circa 3/4 ore, dunque dovrete controllare bene che il tutto non si attacchi al fondo della pentola.

Aiutatevi tenendo la fiamma al minimo, usando uno spargi fiamma e se c’è bisogno aggiungete gradatamente pochissima acqua.

Lasciate cuocere finché le cipolle si sciolgono e diventino bionde e dorate, poi regolate di sale e pepe e lasciate riposare un paio di ore così che la salsa si compatti.

Condire gli ziti spezzati o i rigatoni e spolverateli di parmigiano reggiano.

Godeteveli, sono un comfort food per eccellenza!

 

img_4986

 

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply giulio 5 dicembre 2016 at 20:11

    rita rita… e il salame e lo strutto? e il burro… eh! nun se fa accusi’…

  • Reply giulio 5 dicembre 2016 at 20:11

    e non e’ parmigiano, ma pecorino!

    • Reply Rita 6 febbraio 2017 at 18:11

      Giulio, hai ragione, ma io ci preferisco il parmigiano…per quanto riguarda salame, strutto e burro, cosa vuoi farne? raccontami…

    Leave a Reply

    Website Protected by Spam Master