ricette

La tortilla di patate

3 settembre 2016
IMG_5084

Lo so che è una ricetta molto semplice, che è soltanto una frittata alta con all’interno delle patate soffritte e con un nome spagnolo, ma vi assicuro che è difficile mangiarla davvero buona e se è ben fatta è un piatto che crea dipendenza.

Senza contare che la tortilla di patate è una ricetta super versatile: adatta ad un pranzo accompagnata da un’ insalata e per cena da una ratatuille di verdure al forno e tagliata a quadrotti per un aperitivo come fosse una tapas e persino avvolta nella pellicola e mangiata a temperatura ambiente al mare.

Non so se vi ho convinti, ma vi consiglio di cuore di provare a cucinarla e di prepararne in abbondanza perché piacerà a tutti.

Qualche accortezza va seguita persino nella semplice ricetta della tortillas:

  1. Le patate devono essere nuove e tenere, tagliate in un certo modo e non stracotte perché siano ancora percettibili nella seconda cottura con l’uovo. ( vedi foto)
  2. Come dice la mia amica Montse  – grande esperta di tortilla anche a detta della comunità spagnola locale –  le patate vanno fritte in olio di oliva e quello che rimane nella padella dopo la cottura, si mette in un barattolo e si usa per la tortilla successiva: vi assicuro che ascoltando il suo consiglio la tortilla risulta asciutta al punto giusto.
  3.  Nella padella della misura proporzionata al composto andrà usato pochissimo olio per comporre la tortilla con le patate e le uova.
  4. La tortilla non va stracotta e va lasciata all’ interno piuttosto morbido, si rigira un paio di volte per lato ed è fatta!

 

IMG_4334

Ingredienti per 5/6 persone:

850 gr patate novelle

6 uova

1/2 cipolla di media grandezza ( bianca va benissimo, io ho usato quella di Tropea perché non ne avevo altre)

2 bicchieri olio evo

sale, pepe

 

Sbucciate le patate e tagliatele a pezzettini ( foto ), lavatele e mettete ad asciugare su un canovaccio pulito. Mettere tutto l’olio a scaldare in una padella capiente e tagliare anche la cipolla a pezzetti. Scaldato l’olio, mettete a cuocere le patate e la cipolla mescolando affinché non si attacchino l’un l’altra. Appena sono tenere e cotte ma non ancora croccanti, scolatele e poi salatele, quindi unitele alle uova sbattute in precedenza in una ciotola capiente. Regolate il sale ed aggiungete una macinata  pepe.

IMG_3464

Prendete un padellino antiaderente di buona qualità e con un diametro non superiore ai 20 cm, ancora meglio se le pareti non sono svasate. Questa fase è molto importante perché la tortilla dovrà crescere in altezza e le dimensioni della padella dovranno essere proporzionate al composto che verserete, ovviamente con più patate e più uova anche il diametro della padella aumenterà. E’fondamentale che la tortilla non sviluppi in larghezza come un’omelette!

Fate scaldare 2 cucchiai di olio della cottura delle patate e appena è ben caldo versate il composto con le uova. Muovere il composto con una spatola per verificare che non si stia attaccando al fondo e che le patate siano sempre ricoperte di uova che man mano tenderanno a rapprendersi.

Tenete la fiamma non troppo alta, e appena possibile aiutandovi con un piatto o con un coperchio, capovolgetela come fareste con una frittata. Rimettetela a cuocere con il lato che prima era in alto, ora in basso, semplicemente facendola scivolare dal piatto nella padella. Cuocetela per 3/4 minuti, finché si rapprende anche quel lato, quindi rigiratela ancora per un paio di volte finche anche il colorito sui due lati sia uniforme. Ricordate però che non deve scurire, e tenete d’occhio l’intensità della fiamma.

E’ pronta, sistematela su un piatto o su un tagliere e meglio se la lasciate intiepidire per 10/15 minuti.

Tagliatela a spicchi, a losanghe, o a quadretti, sarà un piacere proporla per un pasto o per un aperitivo.

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply